Tutto quello che vuoi sapere nel mondo InsurTech

Augmented Reality: tecnologia promettente per le assicurazioni

20-set-2022 15.00.00 / by CREA Team

Riprendiamo le redini del tema della realtà aumentata, che abbiamo trattato in precedenza ma che merita, secondo noi, maggiori insight data la sua crescente popolarità nel settore assicurativo. 

Blog cover (7)-3

Sicuramente, il mondo della AR (augmented reality) può far gola ad un settore, come quello assicurativo, che continua a lottare con l’evolversi e la nascita di nuovi rischi. La necessità che diventa centrale deriva da un cambio di approccio dell'Industry nei confronti del consumatore, un settore che non cerca più di convincere l’utente ad acquistare un’assicurazione a tutti i costi, piuttosto cerca di costruire una vera e propria cultura assicurativa facendo toccare con mano, per quanto possibile, quali sono i rischi a cui vanno incontro.  

Quale migliore strumento può assolvere a questa funzione se non l’AR? 

In effetti, questa tecnologia permette al cliente di entrare a stretto contatto con un dato rischio, di sperimentarlo senza mai effettivamente correrlo. Ancora di più, negli ultimi tempi, questa tendenza sta crescendo enormemente poiché cresce parallelamente la necessità di affrontare i rischi emergenti. 

Secondo GlobalData nel report “Augmented Reality (AR) in Insurance “l’AR è destinata a diventare un mercato da 152 miliardi di dollari entro il 2023 e la sua applicazione nel settore sta diventando sempre più imminente e richiesta. Inoltre, il report ci offre un interessante spunto di riflessione, rivelandoci che la reale spinta all’apprezzamento di questa tecnologia deriva dalla necessità di fronteggiare i rischi emergenti legati al covid-19 e al cambiamento climatico per poi sfociare in altre applicazioni in un secondo momento. 

“La pandemia di Covid-19 ha obbligato gli assicuratori ad iniziare ad utilizzare la tecnologia AR per effettuare perizie da remoto – ha commentato Amrit Dhami, associate analyst di GlobalData – Inoltre, in caso venisse richiesta la presenza in loco di ingegneri del rischio o periti, questi possono indossare occhiali intelligenti AR ed essere guidati da remoto dagli assicuratori per effettuare ispezioni nel sito di reclamo”. (Source:www.insurzine.com) 

Un’altra importante rivelazione dello studio porta all’attenzione dei player del settore un secondo e importante vantaggio legato all’utilizzo dell’AR, quello di attrarre clienti assicurativi più giovani. 

Una chiave di lettura che può sicuramente agevolare il gap generazionale che intercorre tra i giovani, tecnologici e all’avanguardia e il mondo delle assicurazioni piuttosto tradizionale, aggiungendo un ulteriore elemento che pochi player del settore hanno mai considerato: quello del divertimento. 

“I clienti assicurativi di oggi, molti dei quali sono membri della Generazione Z, si aspettano più coinvolgimento e innovazione dai loro assicuratori – ha spiegato Dhami – Gli assicuratori tradizionali possono utilizzare l’AR per ravvivare le loro campagne pubblicitarie e fornire divertenti servizi in-app per attirare i clienti più giovani e respingere le insurtech” (Source:www.insurzine.com) 

Una tecnologia così promettente non potrà che regalarci grandi sorprese nel prossimo futuro. 

 

Potrebbe interessarti anche:

Sviluppare la cultura assicurativa attraverso la realtà virtuale

Realtà aumentata: tendenza destinata a crescere nelle assicurazioni

 

 

Tags: Insider, Innovazione, 2022

CREA Team
CREA Team––>

CREA Semplifica il lavoro di tutti gli intermediari assicurativi dalla gestione del portafoglio clienti, alla personalizzazione delle garanzie, alla gestione amministrativa fino alla ricerca dei prodotti assicurativi più competitivi e sicuri per i tuoi assicurati. CREA offre una soluzione completa e pratica per gli intermediari professionali assicurativi che consente di ridurre i costi ed aumentare la produttività.